Italian Chinese (Simplified) English French German Spanish

Ddl riforma codice penale, codice procedura penale e ordinamento penitenziario. Antigone: luci, ombre e un gradissimo pericolo

Senato-elettivoCOMUNICATO STAMPA - Valutiamo favorevolmente la riforma dell'ordinamento penitenziario prospettata dal disegno di legge delega votato dal Senato, in particolare nelle parti che estendono le possibilità di accesso alle misure alternative alla detenzione e l’utilizzo della sorveglianza dinamica, nonché in quelle che guardano a maggiori garanzie nel rispetto dei diritti delle donne e dei detenuti stranieri – anche in relazione ai diritti religiosi – e all’esercizio della sessualità in carcere. Fondamentale è inoltre la previsione di norme penitenziarie specifiche per gli istituti penali per minori. Molte di queste disposizioni sono state da noi richieste e sollecitate. Si tratta di norme che possono, se attuate rapidamente, dare vita ai suggerimenti emersi negli Stati Generali sull’esecuzione penale.  

Valutiamo invece sfavorevolmente l'aumento delle pene per il reato di furto. È la solita ricetta penale che mai ha funzionato in termini preventivi. Così come ci preoccupano gli allungamenti dei tempi di prescrizione, che lasciano le persone in uno stato di ansia e di incertezza per anni e anni e legittimano l'irragionevole durata dei processi.  

Infine, segnaliamo una norma che è grave e pericolosa. A pochi giorni dalla chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari, di fatto li si riapre prevedendo di poter mandare nelle Rems centinaia se non migliaia di persone. Chiediamo alla Camera dei Deputati di rivedere nettamente questa norma.  

Roma, 15/03/2017

Iscriviti alla newsletter di Antigone
L'indirizzo al quale desideri ricevere le newsletter.
Acconsento al trattamento dei miei dati personali (decreto legislativo 196 del 30/Giugno/2003)

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione

Webdoc